Sud del Mondo

Ieri alle due di notte, dopo aver visto “quasi amici” ( a casa mia, grazie al gentile dono di Internet), mi è toccato accompagnare a casa degli amici. No, non avevano l’automobile rotta, il fatto è che proprio non ce l’hanno l’automobile, eppure – udite, udite: vivono felici. –

Non voglio dire che la mancanza della macchina dia la felicità, no, solo che si può vivere senza, è possibile.

“Quasi amici” (titolo originale: Intouchables) è un bel film. Ti commuovi, ridi e rifletti, che poi essenzialmente è quello che cerco in una storia. E’ la vicenda di un incontro tra un disabile, un tetraplegico, uno paralizzato dal collo in giù, no… che avete capito, non è che si incontrano tra di loro, tre “diversamente abili”, no, è sempre la stessa persona (il paralizzato), che deve trovare un nuovo badante. Ecco quindi che lo sfaccendato e poco di buono Driss, di origini senegalesi, ma abitante in una Banlieue, inizia a lavorare da Philip, questo il nome  del disabile, che è invece sfacciatamente ricco e vive in una specie di dimora settecentesca, con tanto di servitù.

Nell’incontro c’è la contaminazione di due mondi: lusso e povertà, vigore fisico e handicap, Kool & the Gang e Beethoven. Da questo incontro nascono benefici per entrambi, come sempre, se lasciamo fare alle contaminazioni. In fondo è un processo naturale, avete presente il “crossing over” nel DNA: il cromosoma di provenienza paterna si scambia dei pezzetti di DNA con quello di provenienza materna. Cosi i cromosomi che tramandiamo sono variati, rispetto a quelli dei nostri genitori, si chiama ricombinazione del materiale genetico. E’ un processo fondamentale per l’evoluzione.

Ma non voglio fare divulgazione scientifica, né raccontarvi il film, che poi è una storia vera. Volevo condividere la riflessione che è nata, non chiedetemi come però, dalla discussione con i miei amici. Dalla periferia parigina siamo arrivati a parlare di recessione e governo italiano, di Berlusconi, che ha raccontato al mondo come le feste notturne nella sua villa erano “gare di Burlesque” http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201204201955-ipp-rt10220-ruby_berlusconi_show_erano_solo_gare_di_burlesque (forse artiste incomprese). Della nuova Leadership, di come sia solo l’espressione di poteri forti riconducibili ai grandi gruppi bancari, che agitando lo spauracchio dello “spread” colonizzano l’Italia.

Ecco forse basterebbe diventare consapevoli di questo, che L’Italia è il sud del Mondo. Anche il profondo nord, la celtica Padania, in cui vivo è terra di conquista. Terra che non viene risparmiata dalle perverse logiche del mercato. Terra inquinata, dove si seppelliscono rifiuti, per costruirci sopra abitazioni.

A proposito di terra oggi è “l’Earth Day” e oltre al concerto a Napoli, organizzato da  Earthday italia, ci sono varie iniziative in tutta Italia. A Roma per esempio verrà presentato il progetto “Adotta un animale“. Si tratta di un’iniziativa che mira a raccogliere fondi per migliorare le condizioni di vita degli animali protetti che vivono all’interno del Bioparco di Roma. A Milano invece si svolge il Green Skate 2012: viene proposto un percorso su un particolare tipo di skateboard.

Per approfondire:

http://www.ecoo.it/articolo/earth-day-2012-le-iniziative-green-in-italia/20229/

http://www.earthdayitalia.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...